Stefania Orlando - Frappè (2012 - singolo web)

Stefania Orlando - FrappèLa carriera di Stefania Orlando come cantante non è mai decollata veramente, nonostante la nostra si sia impegnata da oltre un lustro per cercare di fare il salto dal piccolo schermo alla sala d'inciosione. Purtroppo gli ascoltatori italiani sembrano abbastanza riluttanti a concederle un'opportunità come novella chanteuse nostrana.

Non sono bastati un intero disco e una serie di singoli a cadenza quasi annuale per fare breccia nel mondo del pop e distaccarsi da quell’immagine di bella “senza qualità” o, peggio, “ex signora Roncato”.

Dopo gli inizi all’insegna della classica canzone da sagra paesana e delle solite cover, passando per le immancabili svisate sul sempre fertile terreno del latino-americano, ecco che la soubrette/cantante romana pare aver trovato la sua dimensione rifugiandosi nel mondo dell’electropop più danzereccio che sembra uscito da sessioni scartate dell’ultimo laccatissimo Immanuel Casto.

La voce della nostra sarà pure poco espressiva, ma per lo meno è intonata e tanto basta per porla al di sopra del 99% delle sue colleghe "cantanti improvvisate".


Se il precedente singolo “A Troia” suonava come un preoccupante tuffo nella dance-social truccata da titolo squalloriano, con il nuovissimo “Frappè” la ritroviamo sui più consoni lidi estivi e spensierati già dalla copertina, dozzinale lavoretto di Photoshop dai chiari richiami anni ’80, gli stessi che spadroneggiano nell’arrangiamento chiaramente di matrice italo-disco con sonorità aggiornate al 2012.

Non si tratta però della solita canzoncina d’amore balneare "sole, cuore, amore", qui ci troviamo di fronte, nè più e nè meno, ad un sogno erotico di un’allegra ultraquarantenne che, in assenza del suo lui, casualmente si imbatte in un’altra splendida fanciulla e prova un inusuale prurito sessuale.

Che si tratti di un racconto autobiografico o di un banale sotterfugio per stuzzicare i maschietti italiani non ci è dato sapere. Da quello che ci racconta Stefania, però, la cosa sembra non andare in porto, rimanendo una semplice fantasia erotica, anche se le ultime battute con quell’insistente “dimmi cosa fai, dai ,dai” dà un po’ quel sapore da finale aperto che lascia l’amaro in bocca: perché non osare di più?

C’è da scommetterci che l’estate 2012 ci proporrà cose ben peggiori, ma dubito che “Frappè” sia il passepartout per il successo tanto agognato; piuttosto sembra avere le carte in regola per diventare l'ennesimo singoletto pubblicato per hobby da una soubrette annoiata.

Frappè - Single - Stefania Orlando
CONDIVIDI
    Commenti
    Commenti via Facebook

1 commenti:

  1. Non voglio pensare di cosa sia fatto quel frappè! Una cosa è certa...è proprio "morta di fama"!

    RispondiElimina