24 febbraio 2012

Latte & i Suoi Derivati - Discografia

Sicuramente avrete già sentito parlare di Lillo & Greg (Le Iene, 610, ecc.), però magari non tutti hanno sentito parlare dei Latte & i Suoi Derivati (specie se non siete di Roma e provincia), eppure è proprio grazie a questo gruppo rock demenziale che i due comici e fumettisti si sono fatti conoscere e sono saliti alla ribalta nazional-popolare.

Latte & i Suoi Derivati
Il gruppo viene fondato nel 1991 nelle stanze della casa editrice Acme da Paolo di Orazio e Claudio "Greg" Gregori. Dopo essere stati licenziati dal loro lavoro di fumettisti i due mettono insieme una band che esordisce nel febbraio del 1992 al Classico Village di Roma, in occasione del concorso "Ugola d'Oro", vincendo sia il premio della critica che quello del pubblico. Cominciano così ad esibirsi regolarmente dal vivo con spettacoli che mischiano musica e cabaret ed in breve tempo raccolgono una solida e copiosa base di ammiratori che affolla puntualmente i loro concerti nella capitale senza aver inciso una singola nota.

Latte & i Suoi Derivati - Greatest HitsNonostante la dimensione dei Latte & i Suoi Derivati sia indubbiamente quella live, anche su disco la band non delude regalandoci un debutto con i fiocchi, genialmente intitolato "Greatest Hits" (1994): chi non vorrebbe iniziare la propria discografia con una raccolta dei propri più grandi successi? Ecco, loro l'hanno fatto! Ed effettivamente, come in un greatest hits che si rispetti, qui troviamo alcune tra le canzoni che poi sono diventati cavalli di battaglia del gruppo come "Me so' 'Ngrifato", dove Greg fa il verso al maestro Califano, "Alla Fiera del Tufello", una rielaborazione di "Alla Fiera dell'Est" fatta da Lillo, con la quale parteciparono al Festival di Sanscemo, "Raggamaffa", "Figlio Mio, Ovvero Dritte per Svoltare" e "No, Nun Ho Detto Gioia, Ma Troia, Troia, Troia!!".

Nel biennio 1995-1996 il gruppo si unisce alla Compagnia Attori e Tecnici di Attilio Corsini e partecipa a due stagioni di repliche della commedia musicale "57 Quaranta 170 (06 per chi chiama da fuori Roma)", andata in scena al Teatro Vittoria di Roma, dal quale nasce il disco omonimo. Si tratta di un album abbastanza raro, perché venduto solo agli spettacoli teatrali, ma contiene comunque canzoni degne di nota come "Amico è", "Compagni Camerati", e "Flic & Floc", che saranno riprese in futuro per altri dischi. Da segnalare "Amnesy International", dove Greg che si trova alle prese con Lillo che non ricorda il testo della canzone, perché soffre di una strana forma di amnesia che mano a mano contagia tutti i musicisti e lo stesso Greg.

Latte & i Suoi Derivati - 22 Celebri Motivi Per SognareIl terzo album arriva poco dopo: "22 Celebri Motivi Per Sognare" (1996), ha un titolo e una copertina che si rifanno a quelle patetiche compilation di "musica d'atmosfera" che dovrebbero servire a creare l'ambientino giusto per "arrivare al dunque" con ala ragazza di turno e guarda caso ci viene in aiuto il gruppo spalla del disco, ovvero Piero e i Simpatici, che in attesa dell'arrivo dei Latte & i Suoi Derivati, riscalda il pubblico con tre reinterpretazioni di classici della tradizione pop italiana mascherati da brani originali,: "Bono Come il Pane" (remake de "La Canzone del Sole"), "500 Sotto il Sole" (cover di "Nel Blu Dipinto di Blu", con la partecipazione straordinaria di Edoardo Vianello) e "La Faccia dell'Ignoranza" (rifacimento di "Margherita").


Nonostante il parere del pubblico estasiato dalle canzoni di Piero arrivano finalmente Lillo, Greg & Co. e l'attesa viene ripagata con un pezzo da 90 come “Otto, il Passerotto”, una favoletta raccontata da papà Greg ad un figlio Lillo tanto curioso quanto impiccione e rompicoglioni che lo costringe a modificare la storia del povero passerotto protagonista concludendosi con una selva di insulti quantomeno "fantasiosi". A ruota segue un altro grande cavallo di battaglia, ovvero "Ginoska" (proposta a Sanremo Giovani e bocciata, grazie alla solita lungimiranza italiana - sì, è proprio l'anno in cui vengono fatti dei brogli per non far vincere Elio e le Storie Tese) che su un'andatura scanzonata, anzi ska-nzonata, descrive ironicamente il modo di agire di un (probabile) naziskin (“no chiacchiere, botte!”) in un periodo come il 1996, dove in diverse città d’Italia ci furono molti episodi di violenza a sfondo razziale.


La seconda parte del disco contiene qualche riempitivo di troppo, ma spiccano “Ho Scritto Una Canzone Per Te”, che racconta la difficile storia d’amore tra uno scrittore di canzoni e la sua moglie sorda (“Perché non scrivi mai una canzone per me? / Ma io l’ho scritta ed è questa che fa “Ti amo” / Come? / Io ti AMO / Ah, pensavo avessi detto qualcosa.”), "Subliminaki", canzone nonsense con parole inventante che "nasconde" inquietanti messaggi subliminali all’ascoltatore: “Co' zaziki su latti derivatis / a scopà si li voi ci stann aggratis / aftennà papadopulos limena /n'amico nostro a Mario si lomena / trapoiente zontemai co smieznie / inki mignaki ginoska poposka /vigiloski sono da menà!!”.

Degna di menzione particolare è anche la mini-canzone di ben 18 secondi netti, traccia particolarmente interessante intitolata "L'altra mattina alla fermata del tram, mi sono accorto di non avere il portafoglio. Allora sono tornato a casa e ho trovato mia moglie a letto con Nano, proprietario della trattoria "Dar mignottone", noto per la sua interpretazione di "Only You" eseguita ruttando. Dopo essermi incazzato, mi sono accorto che avevo la tasca tagliata e quindi ho capito che il portafoglio me l'avevano rubato alla fermata del tram (che nel frattempo era già passato)" dove il tradizionale rapporto musica-testo-titolo viene scardinato, spostando il punto focale del brano proprio grazie al chilometrico titolo.

Latte & i Suoi Derivati - Sei Sicuro Che Era Solamente Tabacco?L'anno successivo esce l'ultimo album della band, dal titolo "Sei Sicuro Che Era Solamente Tabacco?", con una magnifica copertina che ruba a piene mani dal periodo "Yellow Submarine" dei quattro di Liverpool, rimandando non troppo indirettamente all'acronimo del gruppo, LSD, che è lo stesso della gloriosa "Lucy in the Sky with Diamonds".

Purtroppo la copiosità delle uscite, il terzo disco in due anni, va a discapito della qualità, risentendo di un'ispirazione non sempre ai livelli di come i nostri ci avevano abituato. A parte le nuove versioni in studio di "Flic & Floc" e "Compagni Camerati" ripresi dal precedente disco teatrale, non mancano i pezzi degni di nota come "E Non Lo So", con la quale viene bellamente canzonato Pino Daniele e la sua irrefrenabile voglia di fare blues, nonostante le sue origini napoletane: "A me me piace de sona' / a me me piace de canta 'o blues / pecché songo napulitano / i napulitani so' comme i niri, cantano 'o blues".
Su tutti spicca però "Occhi di Luna", parodia delle classiche canzoni sdolcinate sanremesi, dove la lei di turno viene descritta in modo fiabesco, finchè tutta la rabbia vogliosa e libidinosa di Greg non esplode e prende il sopravvento sul tranquillo svolgimento del pezzo ("dico a te, occhi de fica / proprio a te, ma quale amica? / vojo te, occhi de tette / che co' me fai quelle cosette").
Giusto per la cronoca il disco contiene anche quella "Bada a Quello Stopper", canzone non tra le più riuscite, ma che fu per tutta la stagione 1996/97 la sigla della trasmissione calcistica Galagoal, andata in onda sull'allora Telemontecarlo.

Latte & i Suoi Derivati - Noi e gli AnimaliNel 1998 esce quello che, ad oggi, è l'ultima pubblicazione ufficiale del gruppo (raccolte escluse), dal titolo "Noi e gli Animali", un EP commissionato per l'inaugurazione dal Bioparco di Roma (ovvero lo Zoo della capitale). Nei quattro brani lo stile della band viene per forza di cose ammorbidito e ripulito, quasi ridotto a musica per bambini e senza sorpresa le canzoni vengono subito accantonate e mai riproposte live.

Dalla fine degli anni '90 il duo Lillo & Greg inizia ad avere successo anche al di fuori del gruppo, grazie a radio, teatro e, soprattutto, televisione con il progetto Latte & i Suoi Derivati che viene via via accantonato, relegandolo solo ad alcuni live estivi, dove, oltre agli storici successi, hanno fatto capolino brani inediti come "Mick Jagger", "E Non è Vero un Cazzo", "Rokkomon", "Govon", "A Gonfie Vele", "Shampista Cubista" e "La Marcetta".

L'ultima occasione per vederli assime è stata nel 2010 per la serie di concerti al Teatro Olimpico di Roma chiamati "Shine a Latte - World Tour" (riprendendo niente popò di meno che "Shine a Light" dei Rolling Stones), una settimana di concerti a dimostrazione di come l'affetto del pubblico sia rimasto intatto, anche se difficilmente li rivedremo ancora insieme sul palco, a causa di dissidi di vario genere tra il duo comico e il resto del gruppo.

Latte & i Suoi Derivati - Shine a Latte - World Tour
Una band a suo modo unica, dotata di buona tecnica strumentale e capitanata da due comici prestati alla musica e non viceversa, che ha permesso quella commistione tra musica, comicità e cabaret che li rende diversissimi e non paragonabili a nessuno dei gruppi di rock demenziale attivi in Italia.

Asilorepublic feat. VIKK

Discografia:

Greatest Hits (1994 - CD)

Tracklist:
01. Raggamaffa
02. Boh!
03. Mah!
04. Se non fosse
05. The pescator
06. Radio pajata fresca
07. Autunno, morte di una foglia
08. Me so' 'ngrifato
09. Nove!
10. Tu, sparviero della notte
11. Figlio mio, ovvero, dritte per svoltare
12. Non ti abbastava #1
13. Play music
14. La bbella e la bbestia
15. Ay carramba
16. Alla fiera der tufello
17. Una doverosa precisazione
18. Tadadattà
19. Master mix
20. Il kazoo
21. Non ti abbastava #2
22. I gadgets sonori
23. Il ballo dell'estate
24. ...e l'ultimo chiuda il microfono!


50 Quaranta 170 (06 Per Chi Chiama da Fuori Roma) (1996 - CD)

Tracklist:
01. Gospel
02. Multitraccia
03. Noi ragazzi del 2000
04. Amnesy international
05. Amico è
06. Rocco Angeletti
07. Compagni camerati
08. Flic & floc
09. Cinquantasettequarantacentosettanta


22 Celebri Motivi... Per Sognare (1996 - CD)

Tracklist:
01. Inizia lo show
02. Bono come il pane
03. 500 sotto il sol
04. La faccia dell'ignoranza
05. Piero
06. Tante altre
07. Bughi
08. Otto, il passerotto
09. Sono triste
10. Piero! Piero!
11. Ginoska
12. More Piero
13. Una pagnotta e un sogno in tasca
14. Maledirò
15. Radio pajata fresca 2
16. Geppa Geppa
17. Spazi infiniti
18. Mario?
19. Ubballe '70
20. L'altra mattina alla fermata del tram, mi sono accorto di non avere il portafoglio. Allora sono tornato a casa e ho trovato mia moglie a letto con Nano, proprietario della trattoria "Dar mignottone", noto per la sua interpretazione di "Only you" eseguita ruttando. Dopo essermi incazzato, mi sono accorto che avevo la tasca tagliata e quindi ho capito che il portafoglio me l'avevano rubato alla fermata del tram (che nel frattempo era già passato)
21. Neurodisney
22. Ho scritto una canzone per te
23. Avete visto Mario?
24. Questioni generazionali
25. Come nuoti bene
26. Sì, però
27. L'asamba
28. Der knodeldrome und werterstrabe
29. Neurojungle
30. Spot
31. Subliminaki


Sei Sicuro Che Era Solamente Tabacco? (1997 - CD)

Tracklist:
01. Il produttore
02. Occhi di Luna
03. Flic & floc
04. Ginopizza
05. Mondo twist
06. Serenata 1
07. Bada a quello stopper
08. Tragedia di un narcisista
09. Radio pajata fresca 3
10. D'amore e nel vento
11. Serenata 2
12. Verde
13. Portami via con te
14. Califanata uno
15. Vago solo
16. Dottore perchè proprio a me
17. Serenata 3
18. Hello sai
19. Barzelletta
20. Compagni camerati
21. Serenata 4
22. Bailegonzo
23. Califanata 2
24. Ho fatto un sogno
25. Parcheggi
26. Nina adorata
27. Amico è
28. Serenata 5
29. Alocco zimat surf
30. E non lo so
31. Poesia


Noi e Gli Animali (1998 - EP)

Tracklist:
01. Coccobello
02. Oh Billy!
03. Ornitorincorap
04. Il coro degli animalo


Sconfini (2003 - CD)

Sconfini - Seconda Compilation (2003 - CD)

3/Blogger
/Facebook

3 commenti:

Da segnalare che il bassista dei L.S.D. è stato (mi pare non lo sia più) il bassista storico di Daniele Silvestri, dopo che Max Gazzè iniziò la sua carriera solista.

Ricky di "CSU" ha scritto:
io li amo!

Lillo & Greg hanno una comicità atipica e uno stile singolare, ricordo ancora quando mi passarono una cassetta con i loro brani che mi divertivano un casino.

Scegliere un brano su tutti è difficile, di certo da quando li ho conosciuti ho seguito il duo nei vari programmi televisivi che han fatto, iniziai a seguire "Le Iene" anche perché c'erano loro.

Dato che questo sito, oltre ad essere ben fatto e molto divertente da leggere capita che vengono postate molte "rarità", beh, se trovate il video di "Ginoska" (che si intravede a Telenauta 69, ma era un video vero e proprio) non sarebbe male!

Vi occupate di canzoni ma se trovate anche quel video avreste un qualcosa di introvabile.

TIGERMASK

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.