02 dicembre 2008

Orchestra Pippo Caruso - Ciao Enrica (1987 - 7'')

Orchestra Pippo Caruso - Ciao EnricaMa che fine ha fatto Enrica Bonaccorti? In un momento televisivo nel quale tutti si riciclano, dove può essere andato a finire un personaggio che fino a pochi anni fa era all'apice del successo? Capisco la congiuntura sfavorevole, ma un programma sui cani per la povera Enrica lo si trova sempre! Su dai Piersilvio, mettiti una mano sul cuore e falla lavorare! Te lo chiediamo per favore, non puoi privarci della nostra Regina della mediocrità, soprattutto se conduce programmi come "Ciao Enrica", talk show andato in onda nel 1987 su Canale 5.

Ma non siamo qui per parlare del programma, quanto piuttosto della sigla, geniale nella sua bruttezza, esattamente come sono geniali le barzellette che non fanno ridere, innanzitutto perchè ci vuole coraggio nel raccontarle; e ci sarà voluto coraggio al buon Pippo Caruso per pensare e registrare un pezzo così: una base strumentale perfettamente anonima, sulla quale uno scadentissimo imitatore saluta Enrica Bonaccorti ogni volta con la voce di un personaggio diverso. Perlomeno l'intento sarebbe questo, ma il risultato sono imitazioni che mia nonna afona farebbe meglio (e mia nonna parla come Darth Vader, davvero): alcune sono incomprensibili, altre sono veramente patetiche, al punto che sentendo il pezzo sono scoppiato a ridere più di una volta per lo squallore traboccante: Amanda Lear sembra imitata da un ragazzino delle medie che fa finta di parlare come un trans brasiliano, Beppe Grillo più che altro sembra Marco Della Noce quando faceva Larsen, Franco Franchi fa i versi di un gabbiano, Vasco e Maradona semplicemente non c'entrano assolutamente niente con gli originali. Sudori freddi.

Enrica, dove sei? Tu e il tuo staff di creativi ci mancate! Ne vogliamo ancora di sigle così!







4 commenti:

Dopo aver esordito come scrittrice con il romanzo "La pecora rossa", attualmente Enrica Bonaccorti conduce su Radio Rai "Tornando a casa"

Vorrei aggiungere che la definizione di "Regina della mediocrità" mi sembra un pò ingenerosa. Meglio lei che 100 parvenu da reality show...

sono praticamente tutti morti

Sarò un nostalgico, ma questa sigla mi piace!

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.