27 ottobre 2008

Aqua - Discografia 1997 - 2000

Aqua

Nella scena dance della seconda metà degli anni '90 ricordiamo due fenomeni:
  • le brani erano orientate al puro nonsense fine a se stesso, se non al demenziale vero e proprio;
  • tutti i piani alti delle classifiche erano dominati da band scandinave: Rednex (Norvegia), Cartoons (Danimarca) e Aqua (band danese ad eccezione della cantante norvegese).
Se i Rednex potevano vantare probabilmente la fanciulla più graziosa, ma anche il premio alla tamarraggine, i Cartoons con il loro technobilly erano sicuramente i più dotati, ma i veri re delle classifiche di tutto il mondo erano gli Aqua che inanellarono una serie di successi e ben 3 numeri uno consecutivi nella top ten britannica, rispettivamente "Barbie Girl", "Doctor Jones" e "Turn Back Time", vendendo in tutto il mondo circa 30 milioni di dischi, raggiungendo lo status di band danese più famosa di sempre.


Ma cosa avevano gli Aqua di tanto speciale rispetto ai loro colleghi? La musica era un astuto mix di appiccicoso bubblegum pop ed eurodance, con testi assurdi cantati su filastrocche per bambini. Il tutto era impreziosito da deliranti videoclip dove i fantastici 4 (Lene Nystrøm Rasted e Rene Dif alla voce, Søren Rasted alle tastiere e Claus Norreen alla chitarra) non avevano timore di cadere nel ridicolo (ovviamente ricercato).

Aquarium (1997)

Aqua - AquariumIl debutto degli Aqua, trainato da una serie infinita di singoli di ottimo successo al di qua e al di là dell'oceano, ma anche nel Sol Levante e nella terra dei canguri, dietro quella copertina da disco per bambini nasconde una cesellatura pop non certo improvvisata, alternando in maniera scientifica pezzi prettamente dance a ballate pop.

Ascoltando l'album sembra di trovarci di fronte ad un greatest hits di bubblegum dance dove anche i brani meno noti potrebbero funzionare come potenziali singoli.


Ovviamente come non citare il tormentone "Barbie Girl" dal testo zeppo di doppi sensi e che cita una vecchia canzone pruriginosa "made in Sweden" (quando dice "like in plastic, it's fantastic" richiamano alla mente "mine it's fantastic, it's made of plastic" dal brano "A Cunt That's Seen Better Days" di Tom Zacharias; canzone molto meno politically correct visto che parla senza peli sulla lingua di un vibratore), ma anche brani di grande airplay come "My Oh My", "Doctor Jones", "Lollipop (Candyman)" e la ballata "Turn Back Time" cui seguivano deliranti videoclip a tema, regalandoci 40 minuti di scanzonato divertimento ad alto volume.


Dovendo scegliere un brano su tutti personalmente punterei su "Roses Are Red", il loro primissimo singolo dove il chiaro retaggio della prima eurodance si fonde alla perfezione una melodia pop accattivante, reando la perfetta soundtrack da autoscontri.

Tracklist:
01. Happy Boys & Girls
02. My Oh My
03. Barbie Girl
04. Good Morning Sunshine
05. Doctor Jones
06. Heat Of The Night
07. Be A Man
08. Lollipop (Candyman)
09. Roses Are Red
10. Turn Back Time
11. Calling You

Aquarium (Limited Christmas Edition) - Aqua


Aquarius (2000)

Aqua - AquariusDopo tre anni intensissimi e zeppi di soddisfazioni gli Aqua tornano sulle scene con un nuovo album che si presenta poco ispirato già a partire titolo che è praticamente identico al debutto.

Finito l'effetto sorpresa i nostri provano ad evolvere il proprio sound con inusuali orchestrazioni per un gruppo dance, ma questo non riuscirà a far si che il disco eguagli il debut, e non solo in termini di copie vendute.

Il compito di trainare il disco fu affidato al buon singolo "Cartoon Heros" che aveva tutte le carte per poter sfondare a piede libero in tutte le classifiche del mondo: melodia accattivante, soliti arrangiamenti (giusto un pelino più raffinati) e solito video divertente.


Nonostante tutto questo e nonostante avesse dato lustro ad una band ancora in piena forma e anzi capace di confezionare brani più complessi di semplici filastrocche, non riuscì a sfondare in classifica come sperato.

Ancora peggio fece il secondo estratto "Around The World", un brano piuttosto anonimo e scelta davvero scellerata come singolo che decretò di fatto la fine dell'esperienza Aqua. Da lì a poco il quartetto si sciolse per problemi di relazioni personali (Søren - il tastierista - ha soffiato la bella Lene a e René - il palato della band) e divergenze musicali (quali?) lasciando ai posteri solo un altro paio di singoli tra cui l'imbarazzante ballata "We Belong to the Sea" promossa con un video piuttosto patetico.


In generale tutte le nuove composizioni sono fiacche e prive di quel mordente che catturava l'ascoltatore, mentre nei pezzi lenti sembrano ripetere la stesa formula all'infinito.

Gli unici brani che si ricordano sono la schizzata "Freaky Friday" che sarebbe potuta stare sul primo album senza sfigurare e la ballad conclusiva "Goodbye To The Circus" arrangiata esclusivamente con un'orchestra e dal piglio quasi epico nel finale.

Tracklist:
01. Cartoon Heroes
02. Around the World
03. Freaky Friday
04. We Belong to the Sea
05. An Apple a Day
06. Halloween
07. Good Guys
08. Back from Mars
09. Aquarius
10. Cuba Libre
11. Bumble Bees
12. Goodbye to the Circus

Aquarius - Aqua

Negli anni post-Aqua i quattro sono rimasti in abito musicale ottenendo anche delle hit, ma solo in Scandinavia, ma come sempre i ritorni impossibili sono i più probabili, soprattutto in questi anni di revival selvaggio. Così, dopo aver seppellito le asce di guerra i quattro hanno deciso di riunirsi nel 2008 con un tour celebrativo che ha poiaperto le porte ad una raccolta ed e nuovo disco, ma questa é un'altra storia.

6 commenti:

Splendido anche il video di Lene solista in chiave sadomaso... gnam!

Erano fantastici...!!!

Quoto JJ, gran bel videuccio quello di Lene...

ahah...adoravo e adoro gli aqua...e poi avete ragione, roses are red è veramente la migliore xDxD

Gli Acqua erano fantastici e ho detto tutto :) Cartoon Heroes la trovo stupenda forse la mia preferita del gruppo nonostante è inclusa nel loro secondo album ovvero quello che ha avuto meno successo del precedente.
Nel 2011 il quartetto è ritornato con un singolo ''How R U Doing ?'' molto carino reso moderno dalle sonorità dance/elettroniche che spopolano un pò ovunque nei nostri circuiti radiofonici.

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.