Home > Senti Chi Canta > Illustri Sconosciuti > Le Voci Atroci – Cattiveria Naif (1995 – CD)

Le Voci Atroci – Cattiveria Naif (1995 – CD)

Le Voci Atroci - Cattiveria NaifLe Voci Atroci sono un folle e geniale progetto nato da una costola dei Mau Mau grazie ad Andrea Ceccon che ha messo insieme un complesso vocale accompagnato solo da qualche percussione che riesce a mischiare senza problemi qualsiasi genere musicale e veri e propri deliri sonori assieme ad una sana dose di demenzialità, follia ed amore per la sperimentazione.

Le canzoni più impressionanti sono “Belcanto” che sembra una folle jam vocale orchestrata da Frank Zeppa dove si incontrano Elio e le Storie Tese, i Monthy Python, il Quartetto Cetra e la Banda Osiris, “Saluti da Saturno” (che curiosamente sarà il titolo del loro secondo album), una specie di brano etno-cartoonesco, e “Mandria” dove i nostri danno vita ad un vero coro di animali.

Dentro a tuto questo caos sonoro trovano anche il tempo per proporre un brano in dialetto (“Gauma”) ed una cover completamente stravolta de “Il cielo in una stanza”.

Come avrete capito un disco non certo facile, ma davvero sorprendente e freschissimo ancora oggi; seguirà un degno erede due anni dopo e porterà il gruppo in giro in tutta Europa riscuotendo ottimi consensi ed a collaborare nel 1997 anche con Mina nella cover di “Suona Ancora” dei Casino Royale.

Consigliatissimo, ma non per tutti.

Tracklist:

01. Intro: Le Voci Atroci

02. Tigri

03. Son gelosissimo

04. Ora No Casa 1

05. Sta calando il soul

06. I viaggi di Beppe

07. Mandria

08. Ora no casa 2

09. Jigguiyd-iyd-iy

10. Il cielo in una stanza

11. Gauma

12. Belcanto

13. Ora no casa 3

14. Saluti da saturno

15. Le voci atroci

16. The ospite

17. De domingo a domingo

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Inizia oggi su CLASSIC ROCK la rubrica “Vals del recuerdo”, con i concerti più memorabili del “caro amico JJ”. Vi aspetto!
    JOHN –
    http://classikrock.blogspot.com/

  2. Ce lò lò preso al mei sette anni fa fa cagare.
    Il disco di enrico maria salerno però spacca i culi. I miei compiti, i miei menti.

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi