10 settembre 2008

Gianni Mazza - Il Lazzo (1991 - 7'')

Gianni Mazza - Il Lazzo (1991 - 7'')Gianni Mazza, conosciuto ai più semplicemente come Il Maestro Mazza, nel corso della sua carriera musical-televisiva si è dimostrato sempre un artista "borderline" tra il demenziale ed il trash, imparando perfettamente la lezione nell'indimenticabile palestra comica di Quelli Della Notte.
Il Maestro, quasi inevitabilmente, è approdato al festival di Sanremo nel 1991 dove ha presentato la sua canzoncina con scarsa fortuna, non riuscendo neppure ad approdare alla fase finale.
Il brano, intitolato programmaticamente "Il Lazzo", sin dal titolo fa capire che il goliardico Maestro andrà a giocare con dei doppi sensi non troppo velati e neppure troppo ricercati, anni luce distante da "Il Clarinetto", piacevole divertissement portato al festival 5 anni prima dall'amico Renzo Arbore.
Purtroppo il brano proposto sembra uno scarto di qualche show televisivo: musicalmente piuttosto cabarettistico (nel senso più deprorevole del termine), con un testo estremamente ripetitivo, privo di spunti e davvero poco divertente.
Insomma una fallimento sotto tutti i punti di vista (sarebbe troppo scontato dire "una canzone del lazzo"), ma che non ha fermato la carriera di musichiere televisivo del nostro, che ha continuato e tuttora contina a tenerci compagnia con trasmissioni tipo Piazza Grande o l'immancabile Buona Domenica.

Il Lazzo

A questo punto vi dovrei parlare
Di qualche cosa che vi possa interessare
Un qualcosa che non sia banale
E che non sia anticostituzionale
Nel nostro lessico tradizionale
C'è una parola dalla rima micidiale
Forse per questo è stata usata molto poco
Sto parlando del lazzo

Questa non è una parola come un'altra
è una parola dalla storia molto antica
Solo il sentirla mi fa diventare allegro
Ora mi chiedo che cosa avete contro il lazzo
Se voi sapeste cosa vuol significare
Fareste a meno di star lì a sghignazzare
Forse così voi mascherate l'imbarazzo
Per la rima del lazzo

All togheter
Lazzo cantiamo forte tutti insieme
Lazzo sempre più in alto noi gridiamo
Lazzo finché qualcuno non reclamerà
Che abbiamo rotto
Lazzo non c'è parola più innocente
Lazzo e lo diciamo apertamente
Lazzo da questa sera il mondo intero avrà
La sua canzone del lazzo

Ma non è questo che intendevo dire
Per un momento statemi a sentire
Per questo lazzo io ci ho perso le nottate
Ci sono andato perfino a Gallarate
Per questa sera io vi lascio andare
Ma promettetemi domani di studiare
E quando ci rincontreremo tutti noi
Farem la prova del lazzo

All togheter
Lazzo cantiamo forte tutti insieme
Lazzo sempre più in alto noi gridiamo
Lazzo finche qualcuno non reclamerà
Che abbiamo rotto
Lazzo non c'è parola più innocente
Lazzo e lo diciamo apertamente
Lazzo la forza pubblica ci fermerà
Con la scusa del
Lazzo e canteremo un po' più piano
Lazzo andando a tempo con le mani
Lazzo finché anche gli altri si uniranno a noi
E tutti insieme
Lazzo sarà un casino generale
Lazzo il mondo intero deve urlare
Lazzo ed in televisione arriverà
E finalmente
Lazzo nell'assemblea parlamentare
Lazzo e lungo tutto il litorale
Lazzo da questa sera il mondo intero avrà
La sua canzone del lazzo.

2/Blogger
/Facebook

2 commenti:

Mentre la canta c'ha un Renzo Arbore grosso così nel cervello! Gli viene pure la evve moscia...
Ma poi ricordo male o c'era un assolo di moog o qualcosa del genere a un certo punto??

Paolo

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.