20 novembre 2006

Donato Mitola - Discografia

Donato Mitola

Donato Mitola, detto Veleno, è uno dei numerosi personaggi creati da “Mai Dire TV” nei primi anni ‘90, insieme al compianto Lorenz il sig. Mitola era uno dei “migliori” interpreti della trasmissione.

Donato Mitola si presentava come autore di canzoni che coniugano sesso (con allusioni assolutamente non velate come “bello come Silvestro Stallone/sarò chiamato Mister Uccellone” oppure “vengo dal pianeta Caracallo/con il mio bastone di metallo”) e temi gotici (vampiri, licantropi, sette nere); i suoi videoclip sono spassosissimi, sia per la fattura estremamente casereccia sia per la totale incapacità di Mitola di cantare il playback.

Personaggio incontenibile (fantastici i suoi balletti) dall’aspetto spiritato che, al contrario del Mago Gabriel non ha goduto di uguale fortuna, ma le sue poche, ahimè, canzoni sono tutt’ora inarrivabili; grazie a TFH SITE è oggi possibile scaricarsi e gustarsi i video delle sue canzoni piu famose:
Ma c’è di più, grazie all’inestimabile opera di Paola Costa e Chiara Salvo è possibile avere un’idea del Mitola-pensiero tratto dal loro "Sadoma e Camorra – I veri eroi della TV commerciale" (Baldini e Castoldi, 1993) *:

"Se creperei domani non me ne frega niente, se morirei domani sono fortunato"
(D. Mitola)

La vita e il cinema
“Sono nato a Cerignola nel 1943 e sono un ex attore... ho sempre sognato di fare l'attore. Anche se la mia strada era quella di sedermi nel settore lavorativo come impiegato, poi ho lasciato perdere per la mia predisposizione all'attore di orrore.
Io riesco a trasformare i miei personaggi in personaggi macabri come il vampiro, il maniaco, il sadico, specialmente il sadico: è una cosa incredibile, mi trasformo, divento come il dottor Jeckyll; comunque sono sempre me stesso, sono fatto per l'orrore. Ho lavorato in film tipo quelli di Dario Argento, dovevo apparire con la faccia macabra, la faccia spaventata. Ho fatto un maniaco che uccideva le donne, con la faccia insanguinata. Pronunciavo queste battute di parole a una donna: «Eh. .Eh... ormai sei mia e ti uccido. Io sono necrofilo e ti uccido dopo, quando sei morta da cadavere...»
Poi per questioni di gente seria nel mondo dello spettacolo, ho tolto, come si suol dire, il telefono fra le mani, ho detto basta, non ho telefonato più a nessuno, non ho fatto più come si dice in parole povere il servo, e mi sono messo da solo a fare il cantautore. Sì, potevo fare carriera, ma sono stato pratico, quindi non me l'hanno fatta fare. Io potevo diventare come Stallone, un personaggio proprio bing! perché sono un personaggio un po' particolare!”

La musica
“Come cantautore la mia fonte d'ispirazione è la mia fantasia; in qualsiasi momento mi viene la fantasia e l'estro, mentre sto mangiando... compongo parole e motivi, senza scriverli. La musica non la conosco, il motivo è come mi viene, i miei testi sono completamente fuori, strambi perché io sono un istrione della vita.”

La società
“La società è sorniona. In me non c'è il male. Oggi siamo nell'antivita e il male è nella società ed è un male stomachevole di vomito che ci ha trasformato in persone abominevoli. Noi siamo degli zombi che camminano, siamo degli involucri. È uno stress assassino e omicida che ci uccide a poco a poco.
Io non mi sento stressato: fregato più che altro. Fregato perché non sapevo che l'epoca divampava così demoniaca perché oggi siamo presi da Satana che oggi ha tutto sotto. Noi viviamo con il male: il male è una droga, è come Dio. Il male si manifesta col regime stressato di traffico. A un primo semaforo bestemmiano e fanno del male. Ma il male non lo si fa materialmente, lo si fa suonando di notte, di giorno, bestemmiando, non dando retta alLa gente.
Viviamo in una società senza regole... le mie regole non vanno dietro al costume. Se bisogna dare la parola a una persona, la si deve dare, se si deve dare un appuntamento a una persona ci si deve andare, se tu vuoi fare del male a una persona senza che lui lo sa, lo devi dire! perché adesso si uccide anche con le parole.”

Donato Mitola
Prati azzurri e cani
“Io credo nelle regole, credo nella mano di Dio: io certe volte prego Dio come se fosse Sansone. E poi potrò anche essere una testa affrescata ma posso dirlo? la cosa che amo di più sono i prati azzurri!!! E lo dico poeticamente... la cosa che odio di piu sono i cani... che sono stati inventati dalla protezione animali per speculazione, perché dà da mangiare ai veterinari. Bisogna mettere delle regole al cane, specialmente a Torino, che disturbano la quiete pubblica. Bisogna eliminare il rumore per fare dei prati azzurri. L'abbaiare di questo terrorista a quattro zampe rovina le coronarie del cuore. Basta basta basta e ancora basta.”

La donna
“Io ho una concezione della donna un po' all'antica. Ora le donne vogliono cambiare le cose, ma bisogna dire una cosa: che la donna è fatta per la casa, perché quasi tutte le donne che sono andate a lavorare, che lavorano e lavoreranno (W l'Italia), hanno matrimoni che durano ventiquattr'ore, perché c'è sempre la possibilità di conoscere un altro in fabbrica oppure coll'operaio, o col capo operaio.
Una donna se vuole lo fa, con lo stress... la nostra psiche (noi crediamo di essere normali) è sottoposta a uno stress tremendo, al traffico, alla gente che non è normale, alla nevrosi acuta e questo ci porta automaticamente a dimenticare il marito, perché ci vuole una donna medievale come quella di Lancillotto per resistere. Ma il mio momento più bello... posso dirlo? Quando feci l'amore su un panfilo con mia moglie prima di sposarla, tutti e due nudi. C'era una romanza di Mario del Monaco, di Desdemona, dell'Otello...”

Il cibo
“Quando mangio non devo sentire rumore, devo masticare piano, non devo avere nessuno attorno, dopo parlo... Mi voglio assaporare il cibo benedetto da Dio in silenzio. Rimprovero sempre mio figlio, che parla di amici, pallone, lo mando in un'altra stanza perché io non voglio sentire rumore. Mi piacciono le cose appartate, le cose intime.”

Il sesso
“Il sesso è una cosa meravigliosa: non mi piace la pornografia. Io lo faccio raffinato, ma sono un po' sadico. Masochista. Mi piace anche legare la donna al letto. Ho i miei mezzi personali. Applico il gusto dell'horror al sesso (uso luci e altro) per fare godere la donna. C'era una ragazza che si chiamava Piera, che praticamente ci piaceva che la frustavo, ma con un frustino piccolo. A mia moglie non piace.”

Dio e la vita
“Una parola che mi piace molto è «vai con Dio», è il sinonimo di liberazione dal male. E la parola che odio di più è... «per essere serio»: io che mi sono rovinato la vita per essere serio, io che non ho fatto carriera per essere serio, che mi sono rovinato per fare le lotte per gli operai contro i sindacati per essere serio.
Odio la «parola per essere serio»!!!!!! Attenti a quello che dice Donato Mitola detto Veleno, che nonostante i colpi che ho avuto dalla vita... mortali... io conservo una grinta di vent'anni e sfido chiunque nel campo della grinta!”

Il Vampiro

Sono un vampiro nato raffinato
Lavoro ad orario continuato

Lavoro nel bordello di un castello
Succhio succhio lecco lecco
Lecco lecco

Donne di classe vengono a cercarmi
Succhio e lecco senza mai fermarmi
Lavoro nel bordello di un castello
Con l'ombelico nudo provocante
Vengono da me senza mutande

Bello come Silvestro Stallone
Presto andrò alla televisione

Bello come Silvestro Stallone
Sarò chiamato Mister Uccellone


Licantropo

II licantropo di notte va cercando la sua preda
Va cercando la sua preda e non prega e non prega
Va cercando la fortuna
Si trasforma con la luna

Licantropo Licantropo Licantropo Licantropo

Il licantropo di notte si sofferma in discoteca
E non prega e non prega va cercando la sua preda
Va cercando la fortuna si trasforma con la luna

Licantropo...

Il licantropo di notte va cercando donne squillo
E pian piano lui tranquillo gira tutta la città
Va cercando la fortuna si trasforma con la luna...

Licantropo...


La Setta Nera

La setta nera si spande già
Nella città senza pietà

Galoppa forte col diavolo

I figli della notte uccideranno il giorno

Guardiamoci intorno, guardiamoci intorno.

Fratelli miei facciamo in tempo
A non cadere nei segni neri

E l'Anticristo verra bruciato
E questo mondo verrà salvato.


La Strana Coppia

Ho sposato una donna malata malata
Con le gambe tutte storte e paralizzate
Con un tic nervoso con un tic
Abitiamo dentro a una palude grande
Con i grilli, con i rospi e i coccodrilli.

Son felice son felice
Son nati quattro figli tutti belli
Con le teste, con le teste di conigli
Son felice son felice
È una donna pelosa pelosa
Ogni sera vuole quella cosa
Son felice son felice
Caro amore mio fammi vedere
Come fai l'amore caro amore mio
Fammi vedere fammi vedere.

* Il titolo è tratto da una citazione di Giuseppe Giralico Veroli, grandioso predicatore ciociaro: "Parliamo dell'uomosessuale, o Signore. L'uomosessuale è una cosa abbominevole davanti a Te. Tu hai mandato i Tuoi angeli a Sadoma e Camorra!".

16/Blogger
/Facebook

16 commenti:

scusate, ma in quale film di Dario Argento appare Donato Mitola??

leggi bene: "in film tipo quelli di Dario Argento"

;)

incredibile...
http://belpaesechannel.blogspot.com/2007/07/repliche-estive.html#links

Un mito assoluto... Caracallo è una delle mie preferite e mi sono ritrovato a cantarla più volte sotto la doccia... mi devo preoccupare? :)

non ti preoccupare è capitato anche a me (o forse dovremmo preoccuparci in due)

Uno dei migliori artisti italiani di sempre! Unico erede italiano di David Bowie,supera abbondantemente il suo maestro con la forza dei suoi inarrivabili personaggi:Cobra Maledetto,Licantropo,Vampiro e l'inarrivabile Caracallo! Altro che melensi 'Ziggy' o apatici thin white duke...

riportamolo alla ribalta ve prego

Semplicemente un grande, non mi dispiacerebbe se tornasse a scrivere qualche simpatico pezzo :D

La mia preferita è Caracallo....ti prego Mitola torna con qualche nuovo pezzo spensierato,è bello pensare che ci siano persone così,ne abbiamo bisogno!!!

donato mitola come robert plant!!

apprezzo molto donato mitola, adoro le sue canzoni è davvero molto molto divertente! i suoi testi sono troppo spettacolari!!!!!!!!
mi dispiace solo per la sua concezione della donna e per i cani!!!!!!!!!

Grande mitola. Un mito. Secondo me avrebbe meritato molto di più.

Qualcuno ha le canzoni intere? Il TFH non funge più e vorrei sentirle tutte! :(

Ciao
è possibile ricaricare i pezzi del Maestro Mitola?
grazie.

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.