07 aprile 2006

Gerhard - La Canzone del Ciusto (2005 - singolo)

Gerhard - La Canzone del CiustoChi si ricorda "Scommettiamo Che …?" Vi ricordate Fabrizio Frizzi? Sì? Bhè allora ricorderete sicuramente il signor Gerhard! Altoatesino dalla pronuncia "leggermente teteska" divenuto famoso per aver partecipato, come concorrente, a diverse edizioni del programma. A seguito della sua prorompete personalità gli autori della trasmissione gli proposero di rimanere come accertatore della buona riuscita delle prove.

Oggi, finita quella magica avventura, è ritornato a casa nella sua Val Pusteria dove è proprietario di un albergo.

Per qualche arcano motivo che non scopriremo mai, il baffuto albergatore nel 2005 ha deciso di fare un regalo al mondo ed incidere una canzone dai toni scherzosi scaricabile gratuitamente sul suo sito ufficiale (dove chi gradisce può acquistare addirittura il CD).

Il brano si intitola con non troppa fantasia "La Canzone del Ciusto" riprendendo il suo tormentone ormai fuori tempo massimo; il brano ha un feeling piuttosto dance anni '90, ma ovviamente il punto di forza non è certo la musica (che comunque ci regala bei momenti con tanto di galline e tributi alla musica folk sudtirolese), ma il testo:
La Val Pusteria è dove kasa mia,
tra mucche e kaline, motagne e koline,
mi piaccie essere sempre in mezzo alla cente,
stare in compagnia tutti in alegria!
Si sfocia quindi in un contagioso ritornello affidato ad un coro di voci femminili (forse le belle fanciulle ritratte in copertina?):
Mi chiamo Gerhard Mister Ciusto
faccio tutto con più gusto.
Io sono ciusto, Mister Ciusto
metto tutto al posto ciusto.
Un vero peccato che nessuno, ma proprio nessuno, si sia degnato di dare un'oppurtunità a questo brano, ma in fondo noi siamo qui per questo, o no?

4 commenti:

Parla l'italiano meglio di qualsiasi romano, comunque, questo Gerhard.

Comunque hai scritto un commento idiota.

Oh, ma cos'è questa, la carica dei troll?

Diccelo tu se è una carica, trollone. Buona giornata

Posta un commento

I commenti su Orrore a 33 Giri sono assolutamente liberi, perchè crediamo sia giusto lasciare piena libertà di opinione ai lettori anche se completamente diversa dalla nostra; ci riserviamo però il diritto di eliminare il tutto senza alcuno scrupolo qualora:
- venga superato il limite dell'indecenza
- dovessero essere inseriti link a siti per pubblicità o simili
- vengano insultati terzi o altri lettori
Per tutti i dettagli sulla policy del sito vi rimandiamo al disclaimer.

Gli off topic vanno bene, ogni tanto, ma non abusiamone. Se volete contattarci vi preghiamo di fare riferimento alla pagina apposita per i contatti.
Ovviamente è cosa gradita firmare i vostri commenti visto che noi lo facciamo con tutti gli articoli che pubblichiamo.

Se vuoi seguire la conversazione iscriviti al feed dei commenti.